Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

 PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

 

 

“Le trasformazioni sociali di questi ultimi decenni hanno richiesto l’elaborazione di strategie educative fondate sulla corresponsabilità educativa tra scuola, genitori e territorio, e sulla necessità di rispettare norme condivise per sensibilizzare i giovani a diventare consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri, scolastici e civili.

Il patto di corresponsabilitàè uno strumento insostituibile di interazione scuola-famiglia, poiché coinvolge direttamente insegnanti, alunni e genitori, invitandoli a concordare, responsabilmente, modelli di comportamento coerenti con uno stile di vita in cui si assumono e si mantengono impegni, rispettando l’ambiente sociale in cui si è ospitati.

Le famiglie sono gli interlocutori privilegiati del sistema educativo e sono direttamente interessate a tutte le iniziative che rappresentano una forma di protezione nei confronti dei giovani rispetto al rischio di comportamenti e stili di vita dannosi per la loro salute.”[1]

 

Alla luce di ciò e tenendo conto che il quadro socio-culturale del nostro periodo storico è caratterizzato da un profondo disorientamento e dalla crisi dei valori fondamentali, il patto di corresponsabilità chiede un significativo impegno alle famiglie: quello di osservare con grande attenzione i propri ragazzi rispetto al loro rapporto con la scuola, entrando in costante relazione con essa. L’obiettivo del patto educativo è quello di impegnare le famiglie, fin dal momento dell’iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell’azione educativa attraverso la sottoscrizione di questo documento che definisce dettagliatamente gli impegni che l’istituzione scolastica, i genitori e gli studenti dovranno rispettare al fine di raggiungere pienamente le finalità educative e formative.

 

Visto il D.M. n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”

Visti i D.P.R. n.249 del 24/6/1998 e D.P.R. n.235 del 21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria”

Visto il D.M. n.16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo”

Visto il D.M. n.30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità, con il quale

 

 

La scuola

si impegna a….

 

La famiglia

si impegna a…

L’alunno/a

si impegna a…

 

 

 

Offerta formativa

 

·         Proporre un’ Offerta Formativa basata su progetti ed iniziative volte a promuovere il benessere e il successo dello studente, la sua valorizzazione come persona, la sua realizzazione umana e culturale.

 

·         Prendere visione del Patto Educativo di Corresponsabilità, discuterlo con i propri figli, assumendosi la responsabilità di quanto espresso e sottoscritto;

·         Prendere visione del POF, per le parti di competenza;

·         Conoscere il Regolamento di Istituto;

 

·         Prendere visione del POF , per le parti di competenza;

·         Conoscere e rispettare il Regolamento d’Istituto e il Patto Educativo di Corresponsabilità tra scuola e famiglia

 

 

 

Relazionalità

 

·         Creare un clima sereno in cui stimolare il dialogo e la discussione, favorendo la conoscenza ed il rapporto reciproco tra studenti, l’integrazione, l’accoglienza, il rispetto di sé e dell’altro.

·         Promuovere i comportamenti ispirati alla partecipazione solidale, alla gratuità, al senso di cittadinanza.

 

·         Valorizzare l’istituzione scolastica, instaurando un positivo clima di dialogo, nel rispetto delle scelte educative e didattiche condivise;

·         Contribuire a instaurare un atteggiamento di reciproca collaborazione con i docenti

 

·         Mantenere costantemente un comportamento positivo e corretto, rispettando l’ambiente scolastico inteso come insieme di persone, oggetti e situazioni;

·         Non compiere atti che offendano la morale e la civile convivenza o atti che intralcino il regolare svolgimento delle lezioni

 

 

 

Partecipazione

 

·         Favorire la presenza e la partecipazione degli studenti, delle famiglie, degli operatori scolastici e del territorio alle attività previste dall’offerta formativa.

 

·         Favorire una assidua frequenza dei propri figli alle lezioni;

·          Partecipare attivamente agli organismi collegiali;

·         Controllare le comunicazioni provenienti dalla scuola;

·         Informarsi costantemente del percorso didattico-educativo dei propri figli.

 

·         Frequentare regolarmente le lezioni e le altre attività proposte;

·         Assolvere con costanza agli impegni di studio;

·         Garantire costantemente la propria attenzione e partecipazione alla vita della classe.

 

 

 

 

 

 

Interventi educativi

·         Individuare i bisogni formativi e progettare interventi di sostegno, di recupero e di potenziamento;

·         Comunicare costantemente con le famiglie, informandole sull’andamento didattico- disciplinare degli studenti;

·         Stimolare riflessioni e attivare percorsi volti al benessere e alla tutela della salute degli studenti;

·         Programmare e proporre le verifiche al termine di ogni percorso didattico, esplicitando i criteri di verifica e valutazione;

·         Garantire la trasparenza nelle valutazioni e nelle comunicazioni mantenendo un costante rapporto con le famiglie,anche attraverso strumenti tecnologicamente avanzati, nel rispetto della privacy;

·         Fare rispettare le norme di comportamento, i regolamenti ed i divieti;

·         Prendere adeguati provvedimenti disciplinari in caso di infrazioni.

·         Prendere visione di tutte le comunicazioni provenienti dalla scuola;

·         Prendere periodicamente contatto con gli insegnanti per acquisire informazioni sull’andamento didattico-disciplinare del figlio;

·         Aiutare il figlio ad organizzare gli impegni di studio e le attività extrascolastiche;

·         Discutere con i figli di eventuali decisioni e provvedimenti disciplinari, stimolando una riflessione sugli episodi di conflitto e di criticità.

 

·         Rispettare i tempi programmati e concordati con i docenti per il raggiungimento del proprio curricolo,

·         Impegnarsi in modo responsabile nell’esecuzione dei compiti richiesti;

·         Rispettare il Regolamento d’istituto;

·         Accettare le sanzioni come momento di riflessione sui propri errori.

 

Questo documento è stato concordato e deliberato dal Collegio dei Docenti in data 26 Settembre 2012 e approvato  dal Consiglio d’Istituto in data 22 Aprile 2013

Con il presente Patto Educativo di corresponsabilità i firmatari accettano gli impegni elencati, pur consapevoli che tale patto si integra con le disposizioni di legge e con il Regolamento di Istituto senza sostituirsi ad essi.

 

    Firma Studente                                       Firma Genitori                                 Firma Dirigente Scolastico

 

________________                           ___________________                          _____________________

                                                           



[1] Dal “Quaderno del Patto di Corresponsabilità educativa” del MIUR 2008